Marcello Tarot - Header

Tarocchi Gatti Bianchi | Stampa |
 

I Tarocchi dei Gatti Bianchi

Doverosa premessa: amo tanto i gatti quanto i cani (e amo in generale gli animali, con pochissime eccezioni). Se non sono presenti mazzi a tema canino con i quali offrire consulti è perché non mi risulta vi siano Tarocchi ispirati ai Rider-Waite che raffigurino i cani.

Ciò premesso, passo a recensire uno dei miei mazzi preferiti, pertanto non aspettarti una grande obiettività nell'articolo, perché non la troverai: amo i Tarocchi dei Gatti Bianchi!! Laughing

retro_gatti_bianchi.jpgI Tarocchi dei Gatti bianchi sono un mazzo magistralmente illustrato da Severino Baraldi (già autore dei Tarocchi di Marco Polo e di Ramsete, per citarne un paio), accompagnato dal libretto bianco scritto da Sofia Di Vincenzo, e una volta tanto si tratta di un libretto bianco di qualche utilità.

Scrive l'autrice a pp.15-16: "Il colore bianco [...] è simbolo di chiarezza mentale, di candore spirituale, di passaggio dalla morte alla vita, di rinascita psichica. Tutte queste suggestioni, e altre ancora, sono raccolte nei Tarocchi dei Gatti Bianchi, un mazzo dall'aspetto «leggero» eppure magnetico come gli occhi di un gatto, seducente come i suoi movimenti, misterioso come i suoi pensieri."

Nel complesso il libretto bianco offre suggerimenti più che presentare interpretazioni vere e proprie (e anche questi suggerimenti sono un po' troppo scarni per gli Onori, ma trattandosi di un libretto bianco è comunque encomiabile), e per questa ragione non è adatto ai principianti che abbisognano di una maggiore quantità di informazioni interpretative basilari, bensì dà materia su cui riflettere a chi sia già a un livello intermedio... sempre ammesso che sia amante dei gatti! Smile

 matto_gatti_bianchi.jpg giudizio_gatti_bianchi.jpg   mondo_gatti_bianchi.jpg

 

Mazzo «leggero» sì, ma spesso anche spiritoso: qual è l'animale che è stato scelto per rappresentare il Matto, che spesso indica un essere senza troppo sale in zucca, poco furbo e che fa cose avventatamente, senza pensarci debitamente su? Wink

Possiamo notare altre differenze nelle carte del Giudizio (che ci presenta una prospettiva rovesciata rispetto alla tradizionale) e in quella del Mondo (che raffigura gatti di altre razze ai quattro angoli della carta anziché le quattro figure tradizionalmente collocate). Ma in ogni caso si tratta di immagini che deliziano gli occhi, con una ricchezza di dettagli e una raffinatezza di colore che incantano.

E se da un lato abbiamo un'enfasi posta al lato drammatico di due carte (nel 3 di Spade il cuore non è solo trafitto, ma trabocca sangue, e c'è anche una figura sottostante in lacrime; nell'8 di Spade la gatta sembra davvero legata all'albero), dall'altro lato abbiamo invece una stemperata del medesimo in altre due carte (la Morte è decisamente meno mortifera, e il 10 di Spade pone l'enfasi sullo scampato pericolo e sulla possibilità di ricominciare anziché sull'avere raggiunto il fondo). Insomma si tratta di un mazzo equilibrato, nonostante la tendenziale «leggerezza» di cui parla l'autrice, perfettamente utilizzabile anche in consulti dal tono non solo serio ma addirittura serioso all'occorrenza.

03 Spade Tarocchi Gatti Bianchi  3 Swords Rider Waite Tarot   08 Spade Tarocchi Gatti Bianchi 8 Swords Rider Waite Tarot 
 Death Rider Waite Tarot  Morte Tarocchi Gatti Bianchi  10 Swords Rider Waite Tarot  10 Spade Tarocchi Gatti Bianchi

In ogni caso, non posso che concludere ripetendomi: amo i Tarocchi dei Gatti Bianchi!! Laughing